“A viva voce, il piacere di leggere”: un corso con Alessandra Aricò

L'attrice Alessandra Aricò

“A viva voce, il piacere di leggere” è un corso speciale di lettura ad alta voce, nato dal Comune e dall’Accademia di Teatro Nata da un’idea di Alessandra Aricò. Il corso si terrà tutti i venerdì dalle 18 alle 20 presso il Teatro Dovizi fino al 17 maggio.

La lettura ad alta voce è una pratica sottovalutata in Italia. Può avvicinare ai libri non solo i piccoli che ancora non sanno leggere, ma anche coloro che con i i libri hanno poca familiarità. Ma la cosa davvero straordinaria è che anche per coloro che leggono molto si presenta come una tecnica capace di sperimentare un contatto diverso, e forse più profondo, con i testi, ma anche con gli altri. È poi un modo per condividere in gruppo il piacere della parola. Nonostante la lettura sia qualcosa di “faticoso” è anche estremamente gratificante, ma molti italiani non lo sanno: i lettori continuano a diminuire e siamo al 40,5%, cioè ai livelli del 2001 (la punta massima è stata raggiunta nel 2010 con una percentuale del 46,5). In questi anni di crisi ci siamo rimangiati dieci anni di piccolissimi passi avanti. Alessandra Aricò, ripetendo questa esperienza, intende proprio promuovere questa pratica virtuosa.

Ricordiamo che l’attrice Alessandra Aricò, docente, regista, autrice e interprete di teatro e teatrodanza, oltre che traduttrice, collaboratrice dal 1996 con la Compagnia Teatrale Nata di Bibbiena, ha vinto da poco il prestigioso premio “Sipario” per la sceneggiatura di 108 – Vallucciole. Un’orazione civile.

L’Assessora Francesca Nassini commenta: “Alessandra è una persona di grande spessore oltre che una professionista con capacità ormai accertate. Questo percorso serve a portare la lettura in un contesto diverso, oserei dire sociale, di gruppo, e a far nascere curiosità verso i testi, apprezzandone, dalla voce altrui, ancora di più contenuti e significati”.

Comunicato stampa Comune di Bibbiena