Arezzo, prende il via lo “sportello del cittadino”: ecco di cosa si tratta

Avv. Piero Melani Graverini

di Francesco Ceccarelli

Nostro ospite è il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Arezzo Piero Melani Graverini con cui parliamo di un nuovo e rinnovato servizio, per ora presente ad Arezzo ed in altri comuni, ma che dovrebbe prendere presto campo in tutta la provincia.
Presidente, da cosa nasce l’esigenza di istituire questo nuovo servizio denominato “sportello del cittadino”?
Innanzitutto non è un esigenza, è un indirizzo a carattere nazionale, ed è già presente in alcuni comuni della provincia, tale servizio era già presente al Tribunale di Arezzo gestito dall’Ordine degli avvocati, ma abbiamo fatto questa convenzione con il Comune perché pensiamo che la gente, lì, vada più volentieri, anche dal punto di vista psicologico, in un ambiente esterno al tribunale.
E quale sarebbe la funzione di tale sportello nello specifico?
Non è che allo sportello si risolvano problemi specifici, si danno semplicemente degli indirizzi sulle problematiche poste dalle varie persone e a chi eventualmente rivolgersi evitando perdite di tempo agli utenti e cercando di avvicinare la giustizia ai cittadini.
E questo servizio da quando è attivo nella sua nuova forma?
Sarà attivo dal 1° di marzo con orario ancora da stabilire in via Garibaldi 15 ad Arezzo
Gli utenti chi troveranno allo sportello?
Si alterneranno avvocati dell’ordine che hanno già manifestato la propria disponibilità tramite apposita modulistica.

In seguito vi aggiorneremo su questo servizio con le eventuali aperture di altri sportelli.