Arriva il bonus cashback di Natale (una rapida guida su come ottenerlo)

di Sandro Boschi

A partire dall’8 dicembre, data in cui tradizionalmente inizia il periodo natalizio, prende il via il bonus di stato per chi effettua acquisti (solo nei negozi fisici) pagando attraverso strumenti tracciabili quali carte di credito, bancomat o app per smartphone. In pratica è sufficiente evitare il contante per accedere al cosiddetto “cashback”. Vediamo di che cosa si tratta e quali passaggi sono necessari per aderire. Il bonus cashback è un rimborso che lo stato ha previsto per incentivare l’utilizzo della moneta elettronica. Andrà a regime nel 2021 ma già dal mese di dicembre 2020 sarà possibile ottenere un rimborso fino a 150 euro a fronte di una spesa massima di 1500 euro, in pratica il 10% di quanto speso. Il rimborso avverrà direttamente tramite bonifico sul proprio conto corrente, in base ai dati comunicati in fase di registrazione. Per aderire all’iniziativa è necessario registrarsi attraverso la app IO utilizzando le proprie credenziali SPID (abbiamo già parlato del sistema SPID nel numero 95 di Casentino più mentre per la app IO possiamo fare riferimento a questo articolo: https://www.casentinopiu.it/nasce-io-una-nuova-app-per-utilizzare-i-servizi-pubblici/). Durante la registrazione dovremo comunicare i dati di tutte le nostre carte di pagamento e il codice IBAN del conto corrente sul quale verrà effettuato l’accredito del bonus. Per ottenerlo saranno necessarie almeno 10 operazioni effettuate entro il 31 dicembre, mentre a partire dal 2021 il numero minimo di pagamenti elettronici dovrà essere di 50 ogni sei mesi per ottenere fino a 300 euro l’anno di rimborso. Sempre dal 2021 è previsto un ulteriore bonus di 1500 euro a semestre, riconosciuto alle 100000 persone che avranno effettuato il maggior numero di operazioni elettroniche a livello nazionale. In pratica i più virtuosi potranno ottenere 150 euro nel corso del mese di dicembre 2020 e un totale di altri 3300 euro nel 2021. E’ consigliabile fin da subito scaricare la app IO e ottenere le proprie credenziali SPID (per chi ancora non lo avesse fatto), dato che questi sistemi saranno sempre più utilizzati in futuro per numerosi servizi pubblici e non solo.

Per ulteriori informazioni:

https://io.italia.it/

https://www.spid.gov.it/