Castel Focognano, va avanti il piano di recupero dell’area Ex Lebole di Rassina

Prosegue l’iter burocratico del piano di recupero dell’area ex Lebole Moda di Rassina. Il Comune di Castel Fogonano nell’ultima seduta consiliare ha approvato definitivamente una variante al piano, a seguito di due osservazioni presentate e delle successive controdeduzioni. Delle osservazioni esaminate, una era stata formulata da parte dell’ufficio tecnico del Comune “Per rendere – come ha detto il Sindaco Massimiliano Sestini nel suo intervento di illustrazione del provvedimento – il piano più snello e gestibile nella fase attuativa, attraverso una semplificazione delle procedure”. La seconda è stata presentata dalla Società CEI ed accolta in parte dall’assemblea consiliare, che conferma in sostanza la possibilità di scomputare oneri di urbanizzazione per quanto attiene costi di bonifica ma solo “Qualora ne sussistano le condizioni di legittimità, valutabili tenendo conto del parere che è stato richiesto e che deve essere trasmesso al Comune dalla Regione Toscana”. Il piano di recupero del fabbricato della ex Lebole Moda di Rassina, fu presentato a maggio per accogliere le eventuali osservazioni, e nei tempi di legge ha effettuato anche questo passaggio. A seguito di questa delibera si prevede sostanzialmente la conferma dell’intervento di riqualificazione complessiva ed urbanistica dell’area, mediante un analogo intervento complessivo di ristrutturazione edilizia ed urbanistica (sostituzione volumetrica) e con la stessa previsione di una pluralità di nuove destinazioni d’uso che vanno dal residenziale al commerciale, artigianale di servizio e turistico – ricettivo, ma con lo stralcio delle opere nella limitrofa via Dante Alighieri ed un minore utilizzo della volumetria preesistente (dalla previsione precedente di circa mc. 20.000 ai circa mc. 16.000 attuali). Tutta la documentazione relativa alla variante approvata in Consiglio è disponibile anche nel sito Internet del Comune di Castel Focognano (www.comune.castel-focognano.ar.it).

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa