Castel San Niccolò: lettera a Matteo Renzi

Riceviamo, e pubblichiamo, la seguente lettera/appello al Segretario del Partito Democratico Matteo Renzi

Noi, maggioranza dei cittadini del CASENTINO, che ha votato SI per il 60% al referendum confermativo della legge di revisione costituzionale, siamo a chiederti di continuare ad essere il SEGRETARIO NAZIONALE che “rappresenta il Partito e che ne esprime l’indirizzo politico sulla base della piattaforma approvata” a maggioranza assoluta nelle primarie del 2013 e che è stata condivisa e approvata da quasi due milioni di cittadini iscritti e non al Partito Democratico. Abbiamo volutamente riportato tra virgolette quanto riportato dallo statuto del Partito Democratico.

Tutti noi siamo rimasti colpiti dalla massiccia affluenza alle urne degli elettori italiani e che hanno orientato il loro voto verso un NO.
Diversa e altra è stata l’espressione della volontà dei cittadini che vivono e lavorano in Casentino che hanno detto un loro deciso SI, un SI informato, partecipato e condiviso nei tanti incontri, dibattiti, discussioni e colloqui avuti con l’intera popolazione del Casentino nel chiuso delle sale, nei mercati e tra la gente degli sperduti borghi di montagna.
Un SI che abbiamo costruito insieme ad un Deputato, Marco Donati e ad una Senatrice, Donella Mattesini, membri del Parlamento della Repubblica che ci hanno aiutato a superare difficoltà, dubbi e fraintendimenti, indicandoci la giusta via del SI da seguire, da diffondere e difendere.
Caro Segretario è al SI scelto dal 60% dei 50 mila abitanti del Casentino a cui devi guardare. Tutti i grandi cambiamenti sono nati da lande sperdute e oscure e da borghi antichi di montagna ricchi di storia, tradizioni e cultura. Non tener conto di un NO rabbioso e rancoroso che, non solo a nostro parere, ha espresso molte ipotesi ma poche ragioni.
Io e il 60% degli elettori del Casentino, terra di nascita di un uomo a te caro, maestro di vita, di ideali e di passioni (Vasco Carletti), ti chiediamo di continuare a lottare con noi per un’Italia più “sana”, più bella, più giusta e più vera.
Quell’Italia che sia tu che noi vogliamo continuare a cambiare nello spirito e nella lettera dell’art.3 dei Principi Fondamentali della Costituzione che abbiamo sempre difeso anche contro chi ci accusava, a torto e negligenza, di volerla “stravolgere”.
Siamo certi che tu ci vorrai accompagnare come Segretario nel “rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”.
Noi ce la metteremo tutta per sollevare lo sguardo e riprendere un cammino che non può si può interrompere, né, tanto meno, fermare.

Giorgio Trevisan (Circolo PD di castel San Niccolò)

Ultimi Articoli

“Bicicletteide”, le storie del ciclismo in scena nei borghi di Ortignano Raggiolo

Tra martedì 16 e giovedì 18 agosto si terrà una mini-rassegna teatrale a cura di Samuele Boncompagni. Le tre serate di racconti sono in...

Bibbiena e Subbiano, firmata la convenzione per la Centrale Unica di Committenza

Questa mattina i Sindaci dei comuni di Bibbiena e Subbiano, Filippo Vagnoli e Ilaria Mettesini, si sono trovati per una firma importante che porterà...

Nel borgo in musica di Poppi, tante presenze e tanta magia

E’ stata una serata all’insegna della convivialità, della musica, dei desideri e della magia, quella magia che da sempre caratterizza la serata di San...