Chi è Lisa Biancucci, la bibbienese accoltellata in Finlandia

Nell’attentato terroristico di venerdì 18 agosto avvenuto a Turku in Finlandia è rimasta ferita anche Lisa Biancucci, originaria di Bibbiena. Al grido di “Allah Akbar” un giovane marocchino di 18 anni si è scagliato contro i passanti con un’arma da taglio uccidendone due e ferendone altri 8. Lisa, che era a passeggio con la sua bambina di 6 mesi (e che fortunatamente non aveva in braccio) è stata colpita ad una spalla con un fendente. Attualmente le sue condizioni sono buone e, operata, non si trova in pericolo di vita. Lisa, 34enne originaria di Bibbiena, due lauree conseguite con il massimo dei voti, vive a Turku da 2 anni e mezzo dove è andata per seguire il marito. Il marito, italiano ma di origini brasiliane, conosciuto in Lituania dove Lisa insegnava in una scuola materna, è biologo e ricercatore proprio nel paese scandinavo. A Bibbiena vivono ancora la sorella Sara, i genitori e gli zii. Proprio la sorella Sara e una zia si sono immediatamente recate a Turku per assistere la propria cara e per sincerarsi delle sue condizioni.

La polizia finlandese ha confermato ufficialmente che si è trattato di un atto di terrorismo legato all’estremismo islamico e ha già arrestato il giovane marocchino responsabile. Nella notte, inoltre, altre 5 persone sono state fermate durante una perquisizione in un appartamento di Turku.