Chiusi della Verna, ok del Consiglio Comunale al bilancio 2016

Tellini: “Investimenti, risparmi e controllo delle tasse le nostre linee guida”

Il Consiglio Comunale di Chiusi della Verna ha approvato il bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2016, dando il via di fatto ad una serie di atti politici e amministrativi che il Sindaco Giampaolo Tellini riassume così: “Abbiamo recepito le direttive governative sul controllo della pressione fiscale, e per favorire l’avvio di investimenti importanti abbiamo puntato sui risparmi di spesa. Grazie anche agli sforzi fatti nel 2015 non è stato un problema applicare il principio del pareggio di bilancio derivante dall’attuazione del’art. 81 della Costituzione, e nemmeno stare nei principi introdotti dal Governo sulla contabilità armonizzata”.
La diminuzione della pressione fiscale riguarda ad esempio la soppressione della TASI o le nuove norme sulla concessione di immobili in comodato come recepimento di provvedimenti del Governo, mentre dal punto di vista delle imposte locali non ci sono variazioni sostanziali rispetto all’esercizio precedente, che – lo ricordiamo – si è chiuso con un avanzo di amministrazione complessivo di 387.000 euro. Di questi, sono stati accantonati a Fondi Crediti circa 217.000 euro, inoltre l’Ente ha deciso di accantonare ulteriori 60.000 euro e di mantenere un avanzo disponibile di circa 86.000 euro.
Tornando al preventivo 2016, sono state contenute alcune spese per il funzionamento della macchina comunale, come quelle per la struttura informatica, grazie anche ad affidamenti e convenzioni. Ampiamente entro i limiti di legge anche il costo del personale, che in questi ultimi anni è passato da circa 650.000 euro annuali ai 568.000 dell’ultimo esercizio. E proprio la struttura comunale è stata ringraziata dal Sindaco “Per gli sforzi compiuti sul piano operativo per aver rispettato tutte le procedure richieste”. Sul capitolo investimenti, il Sindaco annuncia che “Il Comune conta di destinare circa 200.000 euro ad una serie di interventi da spalmare su tutto il territorio comunale, oltre agli 86.000 euro provenienti dalla parte libera dell’avanzo conseguito nel 2015”.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa