Chiusi della Verna, un “ponte” dedicato alle eccellenze agricole e gastronomiche

Sagra del boscaiolo e dei Prodotti del Bosco, un week end da leccarsi i baffi
A Chiusi della Verna invece, domenica 24 e lunedì 25, Festa della Liberazione, prima sagra del boscaiolo e dei prodotti del sottobosco. Il territorio di Chiusi è noto per le sue produzioni e soprattutto per il tartufo, un tubero assai apprezzato nelle cucine di tutto il mondo. Accanto a questo “re” gastronomico della foresta spiccano molti altri frutti che ovviamente variano a seconda delle stagioni: dalle fragole ai funghi porcini, dalle more al “prugnolo” e via degustando. Il menù proporrà piatti a base di funghi porcini, prugnoli, tartufo, cinghiale e molte altre specialità locali. Nei due giorni di sagra, intrattenimenti musicali, spazio giochi e un mercato di prodotti tipici e artigianali aperto dalle ore 11 alle 22, allieteranno le giornate di adulti e bambini nella splendida cornice naturale del “Parco Macchini”. L’iniziativa si svolge a cura della Pro Loco La Verna, che in questi ultimi mesi sta diventando sempre più “social”. Tutte le informazioni sugli eventi e iniziative sono online. “Seguiteci – dice la Pro Loco – nei nostri canali Facebook, Instagram e nella pagina TripAdvisor della Sagra del Tartufo e rimanete aggiornati su tutti gli eventi e le novità della ProLoco e di Chiusi della Verna”, che tra l’altro sul proprio sito www.prolocolaverna.it ha già pubblicato tutto il programma degli eventi e manifestazioni del 2016.
23 aprile 2016.
Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa