Come natura crea: un mercato agricolo a km 0 in Casentino!

Foto di Erica Italiani

In questo particolare periodo storico caratterizzato dal cosiddetto “distanziamento sociale”, in Casentino ci sono realtà piccole ma seriamente intenzionate alla controtendenza del momento.

Ad unire tutte queste persone è Lei: la Terra!

La Terra che si snoda fiera sotto i nostri piedi e ci tiene tutti ben saldi a se anche se tra di noi in questo momento siamo un po’ più lontani. La Terra che quando ci stiamo in armonia è generosa e disponibile.

Questa linea sottile unisce molti piccoli produttori agricoli della nostra bella valle che si stanno riunendo per un intento comune: riportare in piazza il mercato agricolo dove le persone possano trovare cibo prodotto localmente, in maniera sostenibile ed etica, insomma… come Natura crea. Alla riscoperta di un luogo antico dove le idee correvano attraverso le voci di venditori e clienti, senza dimenticare il progresso tecnologico ma con la persona al centro. E con la genuinità dei propri prodotti, con la fantasia e la creatività che nasce dal connubio dell’uomo con la Natura.

Si sono incontrati per la prima volta di persona, dopo varie “riunioni” su piattaforme virtuali, per guardarsi negli occhi e decidere come e quando partire. Un progetto virtuoso che ha subito trovato una bella risposta da parte dell’Unione dei Comuni, in particolare il Comune di Poppi e di Chiusi della Verna, i quali si sono già prodigati per trovare spazi adatti allo scopo. Un progetto volto a garantire una filiera corta di grande qualità accomunando uno spazio per tutti coloro che hanno fatto della produzione di cibo buono e sano la loro ragione di vita.

L’obiettivo è di radunare i frutti di un territorio così vasto e variegato, tanto risultare quasi dispersivo, nella stessa piazza! Intanto con cadenza bimestrale… poi… chissà!?

Portare il Casentino nelle tavole dei casentinesi. E perchè no… anche in quelle dei turisti che avranno voglia di “assaggiarne” un pezzettino.

Restate sintonizzati per scoprire maggiori dettagli sul modo più gustoso di rilanciare la nostra economia locale: IL BUON CIBO!