Condanna delle operazioni militari turche e solidarietà nei confronti del popolo curdo

Riceviamo e pubblichiamo il seguente documento che ci ha inviato in redazione il Gruppo Consiliare FareComune di Castel Focognano

Documento presentato durante il Consiglio Comunale del 14.10.19 chiedendo di metterlo all’ODG nella prossima seduta consiliare

Considerata l’iniziativa criminale della Turchia contro la Siria e lo sterminio che stanno preparando contro il popolo curdo, alla popolazione di quelle terre, ai combattenti curdi e ai loro sacrifici nella lotta contro l’Isis, non solo va un giusto debito di riconoscenza, ma anche la solidarietà per la lotta che da tempo portano avanti nel segno di un diritto all’autodeterminazione ogni volta negato.

Con l’invasione turca, dopo il beneplacito americano, non solo viene tradito un popolo alleato, ma si sacrifica il suo stesso diritto all’esistenza di fronte all’imperialismo e alla geopolitica, aggredendo per di più la profonda rivoluzione che in quell’area è rappresentata dal confederalismo democratico curdo, vero esempio di alternativa tanto per il medio oriente, quanto per l’occidente. Ci aspettiamo quindi dall’Italia e dall’Unione Europea ben più della preoccupazione espressa finora. Vogliamo un deciso e coraggioso impegno perché si arrivi a porre fine a questa aggressione, tutelando la popolazione curda e il suo diritto a riconoscersi come popolo”.

L’esperienza democratica dei curdi del Rojava è nuovamente sotto attacco, stavolta non da parte dell’ISIS ma di un paese NATO. Erdogan vuole annientare un’esperienza eccezionale di convivenza fra i popoli, fondata sull’uguaglianza sociale, l’emancipazione femminile, l’ecologismo e l’abbattimento delle frontiere etniche e religiose. Sorprendente l’ipocrisia di chi elogia il contributo fondamentale delle curde e dei curdi nella lotta contro l’ISIS, salvo poi reagire timidamente e con ritardo alla guerra di Erdogan.

Pertanto ci auguriamo che il Governo italiano condanni la guerra di Erdogan e solleciti una dura presa di posizione della comunità internazionale, a partire dall’Unione europea e dal Consiglio d’Europa, affinché arrivino aiuti concreti al popolo curdo.

Gruppo Consiliare FareComune Castel Focognano