Domenica 6 giugno, ore 16, Simone Cristicchi apre l’estate di Romena

In programma presso la pieve del Casentino (Ar) la presentazione di HappyNext, l’ultimo libro dell’artista, e di “Romena – porto di terra”, scritto dal giornalista Massimo Orlandi

Un evento speciale apre l’estate di Romena. Domenica 6 giugno, ore 16, Simone Cristicchi presenterà il suo ultimo libro, “HappyNext. Alla ricerca della felicità”. Nella stessa occasione l’artista terrà a battesimo anche un altro libro, “Romena – porto di terra”, scritto da Massimo Orlandi in occasione dei trent’anni della Fraternità casentinese, fondata da don Luigi Verdi nel 1991.

Le due pubblicazioni hanno elementi comuni: in “HappyNext” Cristicchi racconta il suo percorso umano e spirituale, un percorso nel quale il porto di terra di Romena è stato per lui un fondamentale  crocevia di esperienze e di incontri. 

Il pomeriggio di Romena si aprirà ore 14.30 con la proiezione in auditorium del film-documentario “HappyNext. Alla ricerca della felicità” di Simone Cristicchi (regia di Andrea Cocchi). L’ingresso a questo evento potrà avvenire solo su prenotazione (www.romena.it) e nel rispetto delle norme anti-Covid per gli spazi al chiuso.

Sarà invece libero e aperto a tutti, sempre nel rispetto delle normative sulla pandemia,  l’incontro con Simone Cristicchi e Massimo Orlandi in programma alle 16 nel grande prato vicino alla pieve. La presentazione sarà arricchita da letture e momenti musicali.

Cristicchi è un grande amico di Romena. Molto spesso nei suoi movimenti lungo l’Italia per i tour teatrali e musicali, strova modo di fermarsi presso l’antica pieve. E più volte ha portato qui la sua arte: nell’autunno scorso è stato addirittura protagonista di una trasmissione di Tv2000 interamente realizzata a Romena, “Le poche cose che contano”. Insieme a lui, in quell’occasione, don Luigi Verdi, che è diventato un suo grande amico, cosiccome Massimo Orlandi, giornalista e collaboratore storico della Fraternità, che ha raccontato il cammino umano e  artistico di Cristicchi nel libro “Abbi cura di me”.