I ragazzi del Centro Ippico Antares alle nazionali di Fite Trec di Chiaserna

Il Casentino con il Centro Ippico Antares di Salutio  si presenterà alle nazionali di Fite Trec, disciplina punta di diamante dell’equitazione. Olga Fijalkowska, istruttrice pluripremiata nelle categorie del cross country, porterà i ragazzi del Casentino che rappresenteranno tutta la Toscana alle nazionali che si terranno a Chiaserna  nelle Marche il 2-3-4 luglio al centro ippico La Badia. I ragazzi che parteciperanno saranno divisi in categorie per età: per la categoria Esperti sopra i 13 anni  si presenteranno Emma Chiara Lodi di Capraia e Vittoria Dervishi di Rassina, per la categoria Avviamento esperti sopra i 10 anni Eleonora Bolognesi di Bibbiena, per la categoria Avviamento esploratori sopra gli 8 anni Mario Pazzini, Selene Fiorini e Giada Tofan di Salutio e per finire una special guest, la più piccola della squadra, Sara Pazzini di Salutio di soli 5 anni. I ragazzi esperti parteciperanno solo alla nazionale invece tutti gli altri parteciperanno sia al trofeo delle regioni che a quello nazionale. L’equiturismo costituisce la mission primaria e il fiore all’occhiello della Fitetrec-Ante, che ha disegnato e praticato con ricorrenza una fitta rete di ippovie sul territorio nazionale collaborando con tutte le istituzioni locali, gli enti parco, il World Wildlife Fund, il Corpo Forestale dello Stato, i Gruppi di azione locale, le comunità montane, i GAL. Molti progetti vedono attualmente la Federazione attiva nell’ambito del turismo rurale e sostenibile. La Fitetrec-Ante crede fermamente in uno sport di alto profilo etico. Per questo motivo si adopera anche, in stretta collaborazione con l’ASSI, affinché la fine della carriera agonistica non rappresenti per i cavalli anche il termine della vita. Questa filosofia è fondamentale per una crescita culturale e morale di tutta l’equitazione e le discipline federali, così vicine alla natura, possono rappresentare uno sbocco ideale per il recupero di soggetti a fine carriera. Inoltre, per contribuire a conservare il patrimonio equino autoctono la Federazione ha promosso il progetto “Sviluppo del turismo equestre con le biodiversità equine del nostro territorio” con l’obiettivo di individuare, recuperare e conservare antiche razze e varietà a rischio di estinzione favorendo, quando possibile, la loro reintroduzione. Il Centro Ippico Antares di Salutio crede fermamente in questo insegnando tutto ciò ai ragazzi che seguono i corsi. Olga, istruttrice eccellente, ma soprattutto di una umanità incredibile e la scelta di dare  una proposta simile nasce per tutte quelle persone che vogliono avvicinarsi al cavallo per la prima volta o ad esperti, facendo un tuffo nella natura toscana con costi contenuti.Vi invitiamo a guardare il sito della federazione italiana turismo equestre https://www.fitetrec-ante.it e del centro ippico di salutio http://centroippicoantares.it