Inaugurazione Palazzo Niccolini: una giornata di festa per la comunità

Un’emozione incredibile, un momento importante per la nostra comunità che si è raccolta intorno alla sua casa comune e alle sue tradizioni. Momenti questo sono fondamentali soprattutto in questo momento storico”.

Con queste parole il Sindaco di Bibbiena Filippo Vagnoli commenta la giornata di ieri domenica 4 dicembre, in cui l’amministrazione ha deciso di inaugurare con tutti i cittadini i lavori di messa in sicurezza e di efficientamento energetico di Palazzo Niccolini, sede del comune insieme a due mostre permanenti ovvero quella della bandiera e quella sul Carnevale storico della Mea.

Il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, presente alla manifestazione, ha commentato: “Non c’è nulla che unisce di più che un municipio e il sindaco Vagnoli ce l’ha messa tutta per fare rimettere al centro di questa città questo palazzo che ne è simbolo. Grazie dunque a lui e a chi, prima di lui, ha iniziato il percorso che ha portato a questi risultati”.

Si sono complimentate con il Sindaco anche la Prefetta Maddalena De Luca e la Presidente della Provincia Silvia Chiassai Martini riconoscendo in questo progetto la “sintesi perfetta” tra efficienza e tradizione. Entrambe si sono caldamente complimentate, inoltre, per aver saputo portare all’interno della sede comunale le due stanze espositive che consentono “di far sentire più vicino il cittadino”.

La stanza delle bandiere, voluta dal sindaco e dal Presidente Giampiero Polverini, è composta da 49 bandiere da esibizione provenienti da federazioni, lega e tante associazioni italiane e straniere. Sono bandiere di tessuto diverso, ognuna con una sua storia. Il salone di palazzo Niccolini aperto liberamente al pubblico, è un tripudio di colori e di forza scenica, grazie alla potenza simbolica delle bandiere stesse, nate per motivi bellici e oggi invece simbolo di pace.

Nella stanza accanto a quella consiliare da oggi sala delle Bandiere, si trova invece la mostra permanente sul Carnevale storico di Bibbiena, uno dei più antichi d’Italia. Ci sono vestiti storici, un dipinto murario imponente che ricorda la tradizione e la lettera del Presidente della Repubblica con la quale veniva dato un riconoscimento a questo carnevale.

Nella stanza sono state collocate anche le fotografie dei sindaci di Bibbiena dal Dopoguerra ad oggi.

Il Sindaco Vagnoli ha parlato ai presenti dei lavori di messa in sicurezza ed efficientamento energetico, raccontando i passaggi fatti negli anni in cui l’intero palazzo è stato sopposto a lavori importanti e non facili, trattandosi di una struttura molto antica, di ben 4 piani. Ha ringrazio la precedente amministrazione e tutti i tecnici coinvolti in questa delicata e maestosa operazione di recupero, messa in sicurezza ed efficientamento per il futuro in particolari gli ingegneri Rossi e Cecconi, il genio Civile e la Soprintendenza e la ditta esecutrice.

Il primo cittadino ha inoltre annunciato che prossimamente verranno restaurati anche i diversi dipinti murari che caratterizzano alcune stanze nobili del palazzo e gli infissi.

 

Ultimi Articoli

Bibbiena, il Consiglio Comunale dei ragazzi in udienza dal sindaco

      IL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI IN UDIENZA DAL SINDACO   Vagnoli: “Ascoltare i giovani è un grande privilegio. Raccogliere le loro richieste una grandissima responsabilità. Onorato...

“Un libro in più, un rifiuto in meno”: un progetto di Prospettiva Casentino

Il 25 febbraio parte l’iniziativa che trae ispirazione dal librario di Polla Il prossimo 25 di febbraio e fino al 25 maggio, 784 bambine e...

Inaugurazione del porticato della Casa della Salute di Rassina

La Casa della Salute di Rassina ha un nuovo porticato per accogliere i cittadini durante le attese ed evitare sovraffollamenti interni alla struttura. La...