Lettera aperta: risposta al sindaco Ducci sulla fusione tra comuni

Eleonora Ducci, Sindaca di Talla

Gentilissima Eleonora Ducci le chiacchiere non fan farina. I cittadini del comune di Chiusi della Verna è dal maggio 2015 che riflettono. Visto che si pensa di vivere in un paese dove regna la DEMOCRAZIA, sarebbe l’ora di far sì che questa emergesse da quel pantano dove lei, alcuni suoi colleghi e referenti vostri in quel di Firenze, la tenete immersa. La verità, signora Sindaca, è che vi rifiutate di fare percorsi di aggregazione a voi non graditi proprio per conservare le poltrone o come lei dice costruirsene ad hoc! In un momento dove tutti elogiano i referendum come l’espressione più alta della DEMOCRAZIA, anche quando i risultati possono essere poco graditi (BREXIT) o incerti (Costituzionale ad ottobre), sarebbe il caso che il suo partito, che si definisce DEMOCRATICO, desse prova di coerenza e vicinanza alla popolazione, altrimenti mi verrebbe da pensare che le lezioni subite ultimamente in provincia di Arezzo vi siano servite a poco. Continuate così fino al 2019 che poi ne riparliamo perché, signora Ducci, la gente ha iniziato a ragionare con il suo di cervello ma voi questo forse non l’avete ancora capito.
In ultimo, invito la Sindaca Eleonora Ducci e i più alti referenti PD della regione Toscana al prossimo consiglio comunale di Chiusi della Verna dove verrà portata all’O.d.G. la mozione della minoranza per promuovere un referendum consultivo all’interno di detto comune per far decidere alla cittadinanza quale aggregazione preferisce. Cosi assisterete anche ad un esempio di alta DEMOCRAZIA ISTITUZIONALE.

ADOLFO ZAMPONI
Cittadino firmatario proposta di legge fusione Bibbiena, Chiusi della Verna, Ortignano Raggiolo.