Trail Sacred Forests, Ceccarelli: grande vetrina per Toscana e Casentino

Un’occasione imperdibile per la Toscana e soprattutto per il Casentino per mettere in mostra i propri tesori, ambientali e culturali. Ma anche per attirare tanti turisti, sportivi e non, verso una delle zone forse meno conosciute della regione. E’ stata presentata ieri a Palazzo Strozzi Sacrati la terza edizione del Trail delle Foreste di Badia Prataglia che da quest’anno, oltre a essere prova del Campionato Italiano, prende il nome di Trail Sacred Forests. Una prova generale in vista del Campionato Mondiale 2017 che Badia Prataglia, prima in Italia per questa disciplina, è riuscita ad aggiudicarsi vincendo la concorrenza di Spagna e Svezia.

Il Trail Sacred Forests andrà in scena il prossimo 17 settembre nello straordinario scenario del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, con partenza e arrivo a Badia Prataglia. Gli atleti percorreranno i sentieri del Parco Nazionale attraversando alcuni dei luoghi più suggestivi della Toscana come l’Eremo di Camaldoli e il Santuario de La Verna. Previsti 4 tipi di tracciato: 85 km (Ultra Trail medio, 4.400 m di dislivello), 50 km (Trail Lungo, 2.800 m disl., prova valida per il Campionato Italiano 2016), 26 km (Trail, 1.500 m disl.), 14 km (Short, 800 m disl.). Oltre all’Eco camminata, aperta a tutti. L’organizzazione è a cura di ASD Badia Prataglia 2001 in collaborazione con Banca Mediolanum, Trail Running Project ASD, Ente Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Comune di Poppi, Pro Loco di Badia Prataglia e con il patrocinio della F.I.D.A.L.

“Un grande appuntamento sportivo – ha detto l’assessore all’urbanistica Vincenzo Ceccarelli – ma anche un’ottima opportunità per la Toscana e soprattutto il Casentino. Quest’anno la prova è valida per il Campionato italiano ma nel 2017 Badia Prataglia ospiterà il Mondiale di una disciplina molto in voga e che si accinge a entrare tra le prove olimpiche. Però, al di là dei partecipanti e della gara, c’è il grande fascino dei luoghi dove si svolge. Si stima che circa 3-4 mila persone, tra atleti, staff e familiari, raggiungeranno questa parte di Toscana dove si possono apprezzare paesaggi e valori ambientali straordinari, una vetrina che dobbiamo assolutamente saper sfruttare nel migliore dei modi”.

“Il Trail – ha detto l’assessore al turismo Stefano Ciuoffo – si sta sempre più affermando come disciplina sportiva di tendenza anche in Toscana. Eventi del genere suscitano sempre più interesse e partecipazione, richiamando molte persone, tra atleti e accompagnatori, che consentono di destagionalizzare i flussi turistici. Manifestazioni di questo tipo veicolano il nome delle località interessate e generano un movimento che ha ricadute turistiche da tenere in considerazione. Il turismo sportivo è un segmento sul quale la Regione ha deciso di investire con decisione: nel 2015 circa 8 milioni di persone hanno scelto la Toscana spinti da questo tipo di interesse”.

Toscana Notizie

Ultimi Articoli

Subbiano, si illumina di blu il Palazzo comunale

In un mondo dove ogni giorno la cronaca racconta di civili vittime innocenti della guerra e dei conflitti, l’Amministrazione Comunale di Subbiano, che da...

Voci dal Casentino: due storie casentinesi per “non dimenticare”

Domenica pomeriggio alle ore 16 presso il circolo Kontagio di Ponte a Poppi, si è tenuta un’importante sessione informativa, resa davvero interessante oltre che...

Bibbiena, Corso antincendio per le associazioni del territorio

Bronchi: “Un nuovo grande successo per la sicurezza di tutti”  Si è concluso con successo e con grande soddisfazione da parte dell’amministrazione comunale che lo...