Lo Stia torna a vincere e sogna il primo posto

Dopo la sconfitta contro il Laterina e il pareggio ad Ambra, lo Stia ritrova la vittoria in casa superando per 2 reti a 1 il Pestello, davanti alle tifoserie di entrambe le squadre che hanno cantato in tribuna per 90 minuti.

I padroni di casa si rendono subito pericolosi con Lorenzo Vangelisti che, grazie ad una preziosa sponda di Bandelloni, riesce ad arrivare al tiro dal limite senza impensierire il portiere.

Al ventesimo, sempre Bandelloni innesca Andreini che da posizione favorevole lascia partire una triaiettoria rasoterra troppo debole e centrale.

Cinque minuti più tardi gli ospiti passano in vantaggio: da calcio piazzato, Raspanti svetta di testa spiazzando un incolpevole Ghirelli. Lo Stia stenta a reagire se non con una conclusione ravvicinata di un ispirato Bandelloni che trova la risposta strepitosa dell’estremo difensore avversario.

Nel secondo tempo la partita assume una piega diversa e, dopo varie occasioni da gol, al cinquantacinquesimo arriva il pareggio: Biagini, con un magistrale inserimento in area elude ogni marcatura e ribadisce in rete un pallone vagante.

Da lì, la squadra dell’alto Casentino prende coraggio e domina la gara: Vangelisti ha l’occasione di ribaltare il risultato in contropiede, ma il suo diagonale non centra la porta per pochi centimetri. Al novantesimo minuto, quando ormai il Pestello sembra aver ipotecato il pareggio, un cross dalla fascia sinistra libera Andreini che, davanti alla porta, con un tiro sporcato da una deviazione realizza il 2-1 tra la gioia dei compagni e l’euforia del pubblico.

La cavalcata dello Stia verso la vetta della classifica, che sembrava compromessa ed ora è a un solo punto di distanza, può ricominciare: il campionato è più aperto che mai.

 

Alberto Marioni
Alberto Marioni
Sono cresciuto a Stia prima di trasferirmi a Firenze, dove ho studiato all’università e oggi lavoro. Ho una laurea in Economia, ma non tratto mai il PIL e lo spread: mi trovo più a mio agio a scrivere sul mio amato Casentino, in cui ho lasciato il cuore. Mi piace il calcio, dalla Champions League ai campi fangosi di periferia, il nuoto in piscina, in mare e nell’Arno, e anche il teatro. Ho scritto qualche monologo e alcuni testi, per lo più comici. Preferisco una risata che fa riflettere a discorsi articolati privi di sostanza: "chi non ride mai non è una persona seria." (Foto di Federico Ghelli)

Ultimi Articoli

Castel San Niccolò: Tecla Tocci conquista la finale nazionale dei Giochi di Matematica di Milano

Un'altra casentinese, insieme a Stella Chiarini di Soci, ha conquistato le finali dei Campionati Internazionali dei Giochi Matematici di Milano: lei è Tecla Tocci Castel...

Stella Chiarini: da Soci alle finali di matematica di Milano

Ma chi l’ha detto che le ragazze non sono brave nelle materie scientifiche? A Soci, come in tante altre scuole, non è così Soci (AR)...

Un’anima in due: l’alimentazione del cane, una breve guida per una scelta consapevole

L’alimentazione del cane: i mangimi, dalla nascita al boom attuale I prodotti industriali per l’alimentazione degli animali da compagnia hanno poco più di un secolo...