Volteggiare che passione: due intense giornate per le nostre scuole di ballo

Già dal titolo si percepisce che le scuole di ballo e danza aerea casentinesi, che sono rispettivamente la “Two Pas Dance” di Soci e la “Live Love Dance” di Subbiano, lo scorso sabato e domenica hanno gareggiato alle Regionali toscane di danza aerea, per aggiudicarsi l’accesso alle Nazionali che si terranno nel mese di giugno 2024 proprio a Roma.

A proposito di questo ho fatto quattro chiacchiere con la Maestra Martina Castelli che gestisce la scuola “Live Love Dance” di Subbiano e che coltiva l’amore per la danza e ancor più, per questa specifica disciplina da quando aveva appena sedici anni, allenandosi per tante ore al giorno presso la “Two Pass Dance” di Silvia Fani, con cui è cresciuta smisuratamente diventando con tutti i suoi allievi, campioni del mondo di danza aerea per l’appunto. Martina insegna danza aerea in entrambe le scuole sopra citate e lo fa con l’insostituibile aiuto della sua “collega e aiutante” Ilaria Vitiello, anche lei grande cultrice di questo tipo di danza.

-Sono stati due giorni assolutamente stancanti quelli di sabato 9 e domenica 10 marzo scorsi, ma altrettanto pieni di soddisfazione.

I miei allievi erano molto grintosi anche se molto tirati a causa dell’importanza di queste due giornate, ma ce l’abbiamo fatta e adesso cominceremo a lavorare per i campionati mondiali che si terranno proprio a Roma, come l’anno scorso.

Ci tengo a ringraziare tutti i ragazzi ma anche i loro genitori che sono sempre disposti e disponibili ad affiancare i loro figli e di conseguenza me, portando avanti con impegno tutte quelle vicissitudini che sono assolutamente essenziali per far sì che tutto possa andare “liscio” il più possibile.

E quindi ragazzi; avanti tutta e continuiamo a volteggiare, mi raccomando! –

Che ci resta da dire quindi; sicuramente le nostre due scuole in questione vanno davvero forte e fanno di tutto per tenersi stretto il loro titolo che di certo è un qualcosa che gli è arrivato grazie a tanto impegno e a tante rinunce, quindi noi auguriamo a questi ragazzi di farcela anche quest’anno e gli facciamo la promessa che a giugno racconteremo della loro vittoria.

Inoltre io non so se vi è capitato mai cari lettori, di trovarvi col naso all’insù a guardar volteggiare questi ragazzi, perché se non vi è mai capitato, fatelo quando sentirete che da qualche parte succede, o magari che si esibiscono all’interno di qualche spettacolo, perché credetemi, ne vale davvero la pena; veder volteggiare questi corpi armoniosi che pare siano assolutamente senz’ossa, coperti da essenziali costumi colorati, e che restituiscono uno spettacolo sublime formato come da grossi uccelli leggiadri…

Grazie Martina, ti aspetto a giugno per continuare a far sentir fieri coloro che ci leggeranno.


CasentinoPiù è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriversi al canale e restare sempre aggiornato su ciò che accade in Casentino: notizie, eventi, approfondimenti. Il servizio è gratuito, il tuo numero resterà riservato (non visibile agli altri iscritti) e non è invasivo perché le notizie non andranno a sommarsi nella chat, ma le vedrai, se vorrai, nella sezione “aggiornamenti”. Grazie!

 

Marina Martinelli
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce nel 1964 e “arranca” tutta la vita alla ricerca della serenità, quel qualcosa che le è stata preclusa molto spesso. La scrittura è per lei una sorta di “stanza” dove si rinchiude volentieri immergendosi in mondi sconosciuti e talvolta leggiadri. Lavora come parrucchiera a Poppi e gestisce il suo salone con una socia. E' madre di due figli che sono per lei il nettare della vita e scrive, scrive ormai da molti anni anche per un Magazine tutto casentinese che si chiama “Casentino Più”. È riuscita a diventare giornalista pubblicista grazie proprio al giornale per cui scrive e questo ha rappresentato per lei un grande traguardo. Al suo attivo ha ben sette libri che sono: “Le brevi novelle della Marina", “L’uomo alla finestra”, “Occhi cattivi”, “Respira la felicità”, “Un filo di perle”, “La sacralità del velo”, “Le mie guerriere, quel bastardo di tumore al seno”. Attualmente sta portando avanti ben due romanzi ed è felice! È sposata con Claudio, uomo dall’eterna pazienza.

Ultimi Articoli

Arrivato il nuovo Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Bibbiena

I Carabinieri della Compagnia di Bibbiena (AR) hanno il nuovo comandante, che sostituisce il Cap. Giuseppe Barbato, destinato ad altro incarico È il Tenente Domenico...

“Stirella”: racconti di un’infanzia trascorsa nella campagna casentinese

Quando Graziella Ceccarelli mi ha chiesto di presentare il suo primo libro di racconti, mi sono sentita insieme lusingata ma anche un pochino preoccupata...

Al Cifa di Bibbiena la reunion della Brizzi Big Band

Casentino Jazz Orchestra: la mitica formazione torna di nuovo ad esibirsi venerdì 21 giugno alle 21.30 al Cifa di Bibbiena Metti un gruppo di grandi...