Maltrattamento anziani: Dini e Bini (Fratelli d’Italia): «Pene severe e telecamere nelle strutture!»

Fratelli d’Italia prende posizione sulla tragica ed impressionante notizia sulle violenze agli anziani a Castel San Niccolò: “Cose del genere oggi non possono più accadere, le persone deboli e indifese devono essere tutelate ed i colpevoli di queste ignobili violenze puniti in modo esemplare, impedendo loro anche di fare un lavoro che sono inadatti a fare” sostiene Federico Dini responsabile di vallata di FdI. Continua Elisabetta Bini, Presidente del circolo di Pratovecchio Stia: “E’ il momento di riproporre la legge per le telecamere all’interno di asili nido, scuole materne e in ogni struttura in cui sono ospitati soggetti deboli perché anziani o diversamente abili di ogni genere. La Tutela di questi soggetti e della tranquillità delle famiglie che affidano i propri cari a tali strutture, e’ un valore che supera di gran lunga ogni altra presunta forma di tutela della privacy di lavoratori che, se lavorano secondo le loro mansioni e compiti, nulla hanno da temere. In mancanza di una legge come vorrebbe Fratelli d’Italia, con un accordo tra i datori di lavoro, i lavoratori e i sindacati è possibile installare subito le telecamere, basta la volontà di tutte le parti di privilegiare l’interesse dei deboli”.

Comunicato stampa
Fratelli d’Italia Casentino
19 aprile 2018

Ultimi Articoli

Grande successo per la Granfondo Città di Poppi: vince Furiasse

L’edizione 2024 della Granfondo Città di Poppi è stata un clamoroso successo, con un numero di partecipanti davvero inconsueto nel panorama nazionale considerando anche...

Bibbiena, 42enne arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

Nella serata del 22 giugno, i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia CC, hanno arrestato un uomo di 42 anni, incensurato e domiciliato a Bibbiena...

Nata Teatro vince il “Premio Otello Sarzi” per lo spettacolo “Don Chisciotte, storie di latta e di lotta”

L’Accademia Nata Teatro ha vinto il prestigioso premio Otello Sarzi 2024 con questa motivazione: “Una messa in scena interessante che allarga il campo d’azione...