Montemignaio, edizione da record per il “Tale e quale show”

Tutto il paese in piazza, parte del ricavato alla scuola senza zaino. Il “grazie” del Sindaco

Il Sindaco di Montemignaio Massimiliano Mugnaini affida ad un post su Facebook il suo ringraziamento ai suoi cittadini, che hanno deciso di devolvere alla scuola del paese il ricavato della manifestazione “Tale e quale show” andata in scena a Ferragosto nel piazzale del Castello. Il Tale e quale show, parodia in veste paesana del noto spettacolo televisivo, ha trascinato in piazza praticamente tutto il paese, in questo periodo pieno di villeggianti e turisti. “E’ stata – scrive il Sindaco Mugnaini – l’ennesima dimostrazione di bravura, generosità e attaccamento a questa comunità. È sorprendente il livello di eccellenza che possono raggiungere le persone quando si mettono insieme per raggiungere un nobile scopo comune”.
Il nobile scopo è poi specificato nel prosieguo del messaggio. “Gli organizzatori della serata e tutti coloro che hanno collaborato e lavorato alle realizzazione dello spettacolo, mi hanno consegnato il contributo che hanno deciso di donare per la nostra scuola. Un contributo importante e preziosissimo che ci consentirà di completare il lavoro di risistemazione delle aule che abbiamo iniziato, e di acquistare molto materiale didattico per i nostri bambini. La scuola senza zaino, destinataria di parte del ricavato dello show, è uno dei fiori all’occhiello non solo per l’Amministrazione, ma per tutto il paese di Montemignaio, che evidentemente ha dimostrato il suo affetto verso una iniziativa che continua a consentire il mantenimento del plesso scolastico in una zona montana, con tutti i comprensibili disagi che ci sarebbero in caso di chiusura e trasferimento degli alunni nelle scuole di fondovalle. “A tutti loro e a tutti i presenti alla serata”, conclude Mugnaini, “va il mio più sentito ringraziamento. È stato un vero abbraccio collettivo che fortifica l’insieme delle cose. Un’altra occasione per essere orgogliosi di rappresentare ed appartenere a questa comunità”.

Poppi, 19 agosto 2016.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa