Motori accesi al Rally Internazionale del Casentino

Grande entusiasmo per la partenza della terza manche di International Rally Cup

Archiviate le operazioni di verifica tecnico sportiva, la gara organizzata da Scuderia Etruria Sport ha già beneficiato dei primi consensi da parte del pubblico. Centoquaranta, i partenti per le sette prove speciali previste nella giornata di domani.

Il leader di campionato Bostjan Avbelj, il norvegese Mads Östberg – vice campione in carica nel WRC2 – e due tra i più importanti esponenti del panorama rallistico italiano, Andrea Nucita e Luca Rossetti: sono stati loro ad animare la giornata inaugurale del 42° Rally Internazionale Casentino, inaugurato dai protagonisti sui chilometri dello shakedown, il test con vetture da gara. Uno scenario che ha regalato alla provincia di Arezzo il primo abbraccio del pubblico, presente in gran numero per il primo approccio alla gara, valida come terza manche di International Rally Cup e prova della Mitropa Rally Cup, confronto che ha richiamato sulle strade dell’appuntamento proposto da Scuderia Etruria Sport un buon numero di equipaggi provenienti dall’estero nonché i protagonisti del monomarca Peugeot, la 208 Rally Cup Pro.

Un monologo Skoda, in termini di esemplari attesi alla partenza, ad eccezione della Citroèn C3 Rally2 di Mads Östberg e delle Hyundai I20 di Antonio Rusce e Manuel Sossella. Tra i portacolori della Mitropa Rally Cup, grande attenzione ad Albert Von Thurn und Taxis, presente sulle prove speciali aretine su Skoda Fabia Rally2.  Grande, il fermento riscontrato a poche ore dalla partenza della gara, con le classifiche di International Rally Cup che già preannunciano agonismo sui chilometri di “Corezzo”, “Rosina” e “Crocina”: lì Alberto Roveta sarà chiamato a difendere la leadership conquistata nell’IRC Challenge guardandosi dagli attacchi di Michele Rovatti: un confronto tra Skoda Fabia Rally2 che chiamerà in causa anche Nicola Sartor (secondo a pari punti con Antonio Rusce) e Gianluca Tosi.

Nel Trofeo Due Ruote Motrici Prestige, il coefficiente maggiorato esalterà il confronto tra le Peugeot 208 Rally4 di Mirco Straffi e Davide Gatti, ambientato in una cornice che attende il francese Cyril Audirac (Renault Clio S1600) ed il laziale Simone Di Giovanni (Renault Clio R3) ad una pronta risposta dopo i rispettivi ritiri accusati al Rally del Taro, precedente appuntamento di campionato. Nella classe R2B, occhi puntati sul giovane Gabriel Di Pietro, leader della classe R2B mentre, a cercare conferme nel Trofeo Sport confermando il comando, sarà Christian Buccino, atteso allo “start” su Honda Civic. Quindici, le vetture che si contenderanno il primo calice del Rally Internazionale Casentino Storico, con la Mitropa Historic Rally Cup ad animare un confronto che garantirà all’asfalto aretino il passaggio delle vetture che hanno segnato un’epoca.

Una vera e propria cartolina, quella proposta dal Rally Internazionale Casentino al panorama rallistico internazionale, con gli esponenti del campionato e le loro vetture presenti in Piazza Tanucci, a Stia, a poche ore dall’accensione dei motori per i giri di shakedown. Centoquaranta, gli equipaggi che – nella giornata di domani – esprimeranno le loro potenzialità sui sette passaggi in programma.

UN SABATO AD ALTA INTENSITÁ: PARTENZA ALLE ORE 10.10 DA BIBBIENA

 Scesi dalla pedana di presentazione, ambientata nel “cuore” di Bibbiena, i protagonisti del Rally Internazionale Casentino si concentreranno sulla partenza in programma per le ore 10.10, con gli equipaggi attesi in Piazzale della Resistenza, location dalla quale, successivamente, si dirigeranno verso gli ampi spazi della zona industriale La Ferrantina, sede di parco assistenza. Quindici, i minuti a disposizione dei team prima della partenza dei protagonisti del confronto verso il primo giro di prove speciali, “Corezzo” (14,70 Km), “Rosina” (7,48 km) e “Crocina” di ben 22,88 Km. Dalla fotocellula finale della prova speciale più lunga, gli equipaggi faranno ritorno al parco assistenza di località La Ferrantina, sede che vedrà esprimere le tattiche di gara da parte delle squadre, con trenta minuti dedicati alle procedure tecniche. Alle 15.42 il “via” della seconda ripetizione della prova speciale “Corezzo”, seguita da “Rosina” e dal terzo parco assistenza (questa volta di quarantacinque minuti), ultimo appello per assecondare i piloti verso l’ultimo “giro” di prove speciali, “Corezzo” e “Crocina”, con arrivo a Bibbiena previsto alle ore 21.15, in Viale Garibaldi.

Nella foto (free copyright Amicorally): i protagonisti di International Rally Cup in Piazza Tanucci, a Stia.

 

 

 

Ultimi Articoli

Il Metaverso: Bibbiena presenta il futuro

Il 27 agosto prossimo Bibbiena sarà la location di un evento nazionale che ci catapulterà tutti nel futuro prossimo attraverso il metaverso. Il metaverse è...

Jacopo Piantini riconfermato Vice Presidente nazionale di Enelcaccia

“Con grande orgoglio apprendo la notizia che il nostro Assistente scelto della Polizia Municipale di Bibbiena Jacopo Piantini, è stato riconfermato nel ruolo di...

Alta velocità, il Comitato Sava incontra il Gruppo LFI

Domenico Alberti “senza misure straordinarie di rilancio dell'economia e delle infrastrutture sono a rischio molte famiglie e imprese”   Arezzo - Le prime cinquemiladuecentoventidue firme pro Medio...