Un pensiero ogni tanto: “Un vecchio e un bambino”

Un vecchio e un bambino

 

Cercare la differenza tra un vecchio e un bambino, non è paradossale,

di certo sono molto più vicini tra loro di quello che crediamo,

perché quando si arriva ad una certa età si torna un pochino bambini,

quando abbiamo lavorato una vita,

quando un pezzetto di pane è già stato procurato,

e magari anche la tanto ambita casetta.

Allora le spalle si lasciano un po’ andare e sentiamo di poterci coccolare un pochino.

La letalità della differenza fra queste due età,

quella più dolorosa, la incontriamo talvolta negli ospedali,

dove è difficile intravedere un bimbo da solo,

ma dove è facile trovare da solo un anziano.

Gli anziani sono spesso da soli,

se sono coscienti li possiamo vedere nei loro letti ad aspettare che cambi qualcosa,

se invece non sono coscienti, quasi sempre nei loro letti ci sono le sbarre,

una scena questa che fa male davvero.

So bene che talvolta è indispensabile, ma fa male lo stesso,

fa male perché un uomo non dovrebbe mai avere bisogno di gabbie

attraverso le quali veder scorrere il tempo degli altri,

mentre il loro rimani lì, imprigionato!

Allora, in questi casi specifici non esser coscienti diventa quasi una benedizione…

A nonno Carlo, che è stato lì…

Marina Martinelli
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce nel 1964 e “arranca” tutta la vita alla ricerca della serenità, quel qualcosa che le è stata preclusa molto spesso. La scrittura è per lei una sorta di “stanza” dove si rinchiude volentieri immergendosi in mondi sconosciuti e talvolta leggiadri. Lavora come parrucchiera a Poppi e gestisce il suo salone con una socia. E' madre di due figli che sono per lei il nettare della vita e scrive, scrive ormai da molti anni anche per un Magazine tutto casentinese che si chiama “Casentino Più”. È riuscita a diventare giornalista pubblicista grazie proprio al giornale per cui scrive e questo ha rappresentato per lei un grande traguardo. Al suo attivo ha ben sette libri che sono: “Le brevi novelle della Marina", “L’uomo alla finestra”, “Occhi cattivi”, “Respira la felicità”, “Un filo di perle”, “La sacralità del velo”, “Le mie guerriere, quel bastardo di tumore al seno”. Attualmente sta portando avanti ben due romanzi ed è felice! È sposata con Claudio, uomo dall’eterna pazienza.

Ultimi Articoli

Arrivato il nuovo Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Bibbiena

I Carabinieri della Compagnia di Bibbiena (AR) hanno il nuovo comandante, che sostituisce il Cap. Giuseppe Barbato, destinato ad altro incarico È il Tenente Domenico...

“Stirella”: racconti di un’infanzia trascorsa nella campagna casentinese

Quando Graziella Ceccarelli mi ha chiesto di presentare il suo primo libro di racconti, mi sono sentita insieme lusingata ma anche un pochino preoccupata...

Al Cifa di Bibbiena la reunion della Brizzi Big Band

Casentino Jazz Orchestra: la mitica formazione torna di nuovo ad esibirsi venerdì 21 giugno alle 21.30 al Cifa di Bibbiena Metti un gruppo di grandi...