Tra memoria e fantasia, uno spettacolo in notturna per le vie di Raggiolo alla ricerca delle sue sorgenti. Giovedì 8 agosto, alle 21.00, si rinnova per il secondo anno consecutivo il suggestivo appuntamento con “Passeggiando nel mistero” che accompagnerà gli spettatori alla scoperta del borgo casentinese attraverso un percorso dove si uniscono teatro, letteratura, storia e natura. L’iniziativa, ad ingresso gratuito, è inserita all’interno della quinta edizione della rassegna “Il crinale – Parole come pietre” e nasce dalla fortunata collaborazione artistica tra l’associazione culturale Noidellescarpediverse e la Brigata di Raggiolo.
Lo spettacolo è tratto dal libro “Tra sogno e realtà” dove l’aretino Andrea Schiatti ha raccolto storie e aneddoti legati al territorio di Raggiolo, spaziando dagli episodi veramente vissuti dagli antichi abitanti del luogo alle leggende di fantasmi e spiriti dei boschi caratteristici della tradizione montana. Il tutto ambientato tra le sorgenti, i seccatoi, i torrenti, i ponti, i mulini e i vicoli del paese. Il reading proposto nel corso della serata avrà come titolo “Sorgenti magiche” e sarà messo in scena da Samuele Boncompagni: l’attore dei Noidellescarpediverse indosserà le vesti di un antico pievano che fa ritorno da un passato indefinito per accompagnare gli spettatori tra alcuni dei luoghi nascosti di Raggiolo. La passeggiata sotto le stelle si svilupperà tra cinque delle sorgenti intorno al paese, proponendo tra una tappa e l’altra alcuni intermezzi teatrali dove saranno raccontate le storie ad esse collegate, in un’atmosfera di forte impatto emotivo con la luce soffusa e in mezzo alla natura. Lo spettacolo sarà arricchito da strumenti musicali ed elementi scenici che verranno appositamente preparati dai bambini nel corso del pomeriggio all’interno di un laboratorio artistico-teatrale organizzato dall’Ecomuseo del Casentino in piazza San Michele a Raggiolo. «Lo spettacolo – spiega Boncompagni, – sarà ospitato direttamente negli ambienti descritti dai racconti del libro, creando un forte collegamento tra le storie e i luoghi di Raggiolo che contribuirà a far vivere una particolare atmosfera sospesa tra il sogno e la realtà. La passeggiata, semplice e adatta a tutti, rappresenterà un’occasione per scoprire gli angoli nascosti di uno dei borghi più belli d’Italia che nel corso dei secoli ha raccolto un enorme patrimonio di racconti, aneddoti e tesori che stanno ora emergendo grazie al lavoro della Brigata di Raggiolo».

Comunicato stampa
Noidellescarpediverse
Ortignano Raggiolo, 6 agosto 2019