“Piccolo come le stelle”, a Bibbiena Elisabetta Salvatori racconta la vita di Giacomo Puccini

“Piccolo come le stelle”, Elisabetta Salvatori racconta la vita di Giacomo Puccini, domenica 4 settembre, ore 21: una grande serata di teatro di narrazione sul palco della Fondazione Baracchi nel grande spazio all’aperto a Bibbiena, in via Bosco di Casina 12.

Ingresso libero e gratuito con prenotazione al 338-7299666 (WhatsApp/Sms).

In caso di maltempo (pioggia o temporale), lo spettacolo teatrale si svolgerà al chiuso con soluzioni alternative in base al numero di prenotazioni. In caso di cambiamento di luogo il pubblico prenotato sarà avvertito nel primo pomeriggio di domenica.

Il teatro di Elisabetta Salvatori permette di fare incontri speciali e inattesi. Questa volta la bravissima autrice e attrice versiliese, figura di riferimento del teatro di narrazione italiano, ci permetterà di conoscere molto da vicino uno dei più grandi musicisti di sempre, Giacomo Puccini. 

Grazie alla consultazione delle oltre ottomila lettere lasciate da Puccini, Elisabetta è entrata negli spazi più intimi del grande maestro, e ce lo potrà raccontare in un ritratto vero, profondo, in cui emergeranno anche le sue fragilità: nel suo cammino di vita, infatti, accanto ai suoi successi, troveremo le sue insicurezze, il timore di non essere all’altezza delle aspettative del pubblico, i suoi amori, con gli inevitabili alti e bassi, la paura di invecchiare…

Al racconto prenderanno parte anche i celebri personaggi delle opere di Puccini, Mimì, Rodolfo, Butterfly, Turandot, che magicamente, nella parte finale della serata, potranno incontrare il loro autore permettendogli di riguardare la sua vita e fargli comprendere che, a conti fatti, è stata davvero bella.

Grandissima affabulatrice, Elisabetta Salvatori esprimerà anche in un questo spettacolo quello che è un suo dono speciale: la capacità di farci entrare in contatto con l’anima dei suoi personaggi. E’ ciò che ha fatto in passato con artisti come Ligabue, Dino Campana, e anche con tante altre figure, spesso poco conosciute, che, da quel momento, sono entrate nel cuore di chi ha assistito allo spettacolo.

Le serate con Elisabetta, infatti, lasciano una scia profonda di bellezza nel cuore di chi vi partecipa. Per questo la Fondazione Baracchi ha deciso ancora una volta di inserirla nel cartellone dei suoi spettacoli dell’Estate 2022.

 Vi aspettiamo con gioia!

Ultimi Articoli

Attenzione rallentare. In questo paese i bambini giocano ancora per strada

“Attenzione rallentare. In questo paese i bambini giocano ancora per strada”. E’ questo il messaggio che riporta il cartello che l’amministrazione di Bibbiena sta...

Da Poppi a Caorle per partecipare al campionato italiano: Miriam Nanuti gareggerà nella disciplina del salto in alto

La giovane Nanuti Miriam Cristina del gruppo Atletica Casentino Poppi, è stata convocata nella rappresentativa Toscana per la specialità di salto in alto e...

Proteggere le foreste casentinesi dai cambiamenti climatici: ecco il progetto che punta a dare una svolta

Un’intera giornata dedicata al progetto Life Systemic, promossa dall’Unione dei Comuni Montani del Casentino al fine di proteggere le foreste del territorio dai sempre...