Pratovecchio, la Filarmonica Enea Brizzi all’Isola del Giglio

Ha partecipato alla commemorazione del trombettista che fu il suo maestro
nell’ambito del premio letterario “Donne tra ricordi e futuro”

Grande eco mediatica nell’isola del Giglio per la giornata di commemorazione del maestro Enea Brizzi, grande trombettista vissuto a fine ‘800 che fu anche il maestro della Filarmonica di Pratovecchio, che oggi è intitolata proprio al musicista gigliese.
Sabato 21 maggio musica e cultura hanno animato la manifestazione gigliese che comprendeva anche una tappa del premio letterario “Donne tra ricordi e futuro” ideato da Lorena Fiorini, oltre all’omaggio al maestro Enea Brizzi.
Ecco il racconto di uno dei media locali: “Al dare il via alla giornata, in Piazza Gloriosa, il gemellaggio tra le bande musicali di Isola del Giglio e Pratovecchio (Ar), in omaggio e ricordo di Enea Brizzi, compositore, direttore d’orchestra e solista di tromba. Alla fine dell’Ottocento fu proprio il gigliese, maestro di musica, a fondare la Società Filarmonica di Pratovecchio che ancora oggi porta il suo nome, così come a lui è intitolata la Banda del Giglio”. In realtà quella di fine Ottocento per la filarmonica di Pratovecchio fu una sorta di “ripartenza” dopo varie vicissitudini, dato che l’anno di fondazione risale addirittura al 1832.
“Dopo l’esecuzione di alcuni brani nella piazza le due filarmoniche si sono spostate sotto il Municipio dove di fronte alla lapide in ricordo del loro fondatore hanno fatto risuonare le emozionanti note di “Delle spade il fiero lampo”, inno di guerra musicato proprio da Enea Brizzi, e poi quelle dell’Inno di Mameli. La manifestazione si è poi spostata nella sala consiliare presso la Rocca Pisana dove la musica nostrana ha introdotto il Premio letterario “Donne tra ricordi e futuro. Un emozionato Sergio Ortelli ha dato il benvenuto al vicesindaco di Pratovecchio-Stia Serena Stefani, all’organizzazione dell’evento nella persona del Presidente Lorena Fiorini e a tutti gli intervenuti”.
Giornata perfettamente riuscita anche grazie alle condizioni meteo favorevoli. “Nell’incantevole Borgo Medioevale del Castello le premesse c’erano tutte per costruire un momento di festa e di amicizia con Pratovecchio ed un importante premio letterario che per la prima volta sbarcava sull’isola. Il risultato è stato di grande effetto e di forte arricchimento per tutti. Due bande che si sono incontrate dopo tanti anni, che hanno suonato in nome di un illustre concittadino, ne sono state la cornice festosa. Nel nome di Enea Brizzi la musica, ancora una volta, ha trionfato”.
Ed ecco infine il pensiero del Presidente Lorena Fiorini al termine di questa manifestazione: “Donne tra ricordi e futuro’, il premio letterario illuminato dalla bellezza e dal cielo dell’Isola del Giglio. Musica, letture, premi, bel canto e tanta gente che ha voluto salutare le autrici premiate. Una giornata veramente da ricordare.”

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa