Venerdì 28 settembre, a Firenze, verrà inaugurata la sala per il teleconsulto della cardiologia pediatrica dell’Ospedale pediatrico Meyer.
L’occasione costituirà anche la realizzazione di un passo importante nell’ampliamento della rete pediatrica di teleconsulto fortemente voluta dai Lions toscani e realizzata dalla Fondazione Toscana “Gabriele Monasterio”: una rete che vede già proprie installazione in 13 ospedali toscani tra cui l’ospedale di Bibbiena.
Da oggi, Meyer e Fondazione Monasterio, all’interno della rete pediatrica regionale, metteranno in rete un servizio di consulenza clinica ed ecocardiografica per tutta la Regione con i propri specialisti che si alterneranno per offrire ai colleghi che lavorano nelle pediatrie della Toscana una copertura costante, su tutto l’arco delle 24 ore.
I medici degli ospedali toscani collegati potranno, così, condividere i casi dubbi o complessi: e questo sia nelle condizioni di urgenza, sia in condizioni ‘di elezione’.
Una condivisione importante resa possibile dal percorso di formazione che tanti operatori toscani hanno già intrapreso attraverso i corsi di ecocardiografia pediatrica, periodi di tirocinio e la partecipazione ai congressi di settore.
In concreto l’esame ecografico viene effettuato congiuntamente tra il professionista dell’ospedale richiedente il consulto ed il medico della Fondazione Monasterio o dell’Ospedale Meyer: la diagnosi ed il referto sono condivise ed immediate.
E’ evidente come si tratti di un sistema che assicura una diagnosi precoce di patologie complesse, caratterizzate spesso dalla necessità di interventi tempestivi, interventi che debbono essere effettuati nei centri aventi le competenze professionali, l’organizzazione e le apparecchiature necessarie.
Un esempio per tutti, l’attività di cardiochirurgia pediatrica.
Ma è anche un sistema che, consentendo l’immediato svolgimento di un esame specialistico anche in ospedali privi di una cardiologia pediatrica, eviterà che si ricorra al trasporto del piccolo paziente, magari in condizioni di urgenza, presso l’Ospedale del Cuore di Massa della Fondazione Monasterio o presso l’Ospedale Meyer, per semplici sospetti di patologia.
Proprio per questo la Fondazione Monasterio negli anni aveva avviato un progetto sperimentale di teleconsulto, progetto cui aderirono entusiasticamente i Lions toscani, dando vita appunto al progetto “Arriviamo al Cuore di Tutti” che ha consentito tutte le 13 installazione e, oggi, quella presso l’ospedale Meyer.
L’attivazione del teleconsulto, inoltre, consoliderà ulteriormente le sinergie già esistenti tra l’Ospedale pediatrico Meyer e la Fondazione Monasterio.
Il sistema, infatti, renderà possibile un costante confronto tra gli specialisti dei due Centri in modo da fornire risposte sempre migliori ai bisogni di quei bambini con patologie cardiovascolari che necessitino di intervento cardiochirurgico o procedure interventistiche, e quindi di trasferimento presso l’Ospedale del Cuore di Massa della Fondazione, oppure con problematiche che richiedano le competenze dei professionisti del Meyer; inoltre si potrà effettuare un’attività di follow-up condiviso fra i due Centri, estremamente utile ai fini di assicurare la migliore continuità assistenziale.

Comunicato stampa
27 settembre 2018