Venerdì scorso i tecnici del Comune e tutto l’apparato che si occupa della Protezione Civile hanno attivato una sorta di prova generale e di esercitazione sulla strumentazione tecnica relativa al C.O.C (Centro Operativo Comunale), ovvero le sei radio (tre portatili e tre veicolari) e i quattro telefoni satellitari.
Il C.O.C assicura, nell’ambito del territorio comunale, la direzione e il coordinamento dei servizi di soccorso e di assistenza alla popolazione in casi di emergenza.
Il centro in questione si trova in località Ferrantina (Bibbiena) ed è stato dotato di tutte le attrezzature adeguate per diventare un punto di riferimento in casi di calamità. Sono state acquistate, a questo proposito, 7 apparecchi radio (1 fissa, 3 su macchina e 3 mobili), che consentiranno una grande operatività in caso di bisogno. A questi si aggiungono i quattro telefoni satellitari. La scelta dell’ubicazione del Centro è ovviamente andata in un’area di facile accesso e non vulnerabile a qualsiasi tipo di rischio. È inoltre dotata di un grande piazzale attiguo che ha dimensioni tali da consentire l’accoglienza di mezzi pesanti e quant’altro occorra in stato di emergenza. Il C.O.C. opera in un luogo di coordinamento detto “sala operativa” in cui convergono tutte le notizie collegate all’evento e nella quale vengono prese le decisioni relative al suo superamento; il C.O.C. è attivato dal Sindaco in previsione di un evento o in immediata conseguenza dello stesso e rimane operativo fino alla risoluzione delle problematiche generate dell’evento stesso.
La dotazione tecnica del C.O.C. è stata donata da Dorico Lombardi, un bibbienese che attualmente vive a Roma, radioamatore autorizzato con una grande esperienza a livello nazionale e internazionale.

Comunicato stampa
Bibbiena, 29 ottobre 2018