Servizio Civile, ieri il saluto dei tre giovani che poi hanno trovato lavoro

Si è conclusa ieri l’esperienza del Servizio Civile Universale di tre giovani che un anno fa avevano aderito al bando. Si tratta di Francesco Anna e Andrea.

L’esperienza del servizio è iniziata per loro con la partecipazione al bando emesso dal Comune di Bibbiena “La persona al centro”, indirizzato a giovani dai 18 ai 28 anni. Si è trattato del decimo progetto in 7 anni realizzato dal Comune di Bibbiena e indirizzato al Servizio Civile, per un totale di 60 giovani coinvolti e ben 300 mila euro dii fondi che sono stati destinati ai ragazzi. I tre giovani che ieri hanno saluto ufficialmente l’amministrazione, sono stati indirizzati ad attività di assistenza domiciliare leggera, accompagnamento a visite, accompagnamento e sostegno in ambito scolastico e aiuto in vari ambiti della biblioteca comunale.

Ieri, nel congedarsi dal percorso fatto, i tre ragazzi hanno parlato di “una bella esperienza lavorativa, la prima della loro vita a contatto con le persone. Abbiamo scoperto anche cosa ci piacerebbe fare nel futuro, che stare al pubblico è un’attività molto delicata e anche dura, ma appagante, che lavorare in team è straordinario perché ti metti in gioco completamente. Abbiamo imparato a collaborare fattivamente. Un bel percorso di vita e lavoro”.

Due di loro si portano a casa, oltre che ad un bel bagaglio di esperienze e competenze, anche un nuovo lavoro nella piccola Cooperativa Oros.

Martina Cipriani, Assessora alle Politiche giovanile ha commentato: “Una bella emozione ascoltare il racconto della loro esperienza con il Servizio Civile. Sono queste le opportunità attraverso le quali i giovani del territorio possono rafforzare le proprie competenze, entrare nel mondo del lavoro più preparati e consapevoli. Onorata di averli avuti con noi per un anno, di averli visti crescere e oggi di vederli pronti ad una nuova avventura”.

Il Sindaco Filippo Vagnoli conclude: “E’ importante promuovere e organizzare al meglio questi percorsi. La loro riuscita è legata al progetto proposto, che in questo caso è risultato vincente. Ringrazio gli uffici e l’Assessora Cipriani per il lavoro svolto in questa direzione a fianco delle giovani generazioni”.

Ultimi Articoli

“Un libro in più, un rifiuto in meno”: un progetto di Prospettiva Casentino

Il 25 febbraio parte l’iniziativa che trae ispirazione dal librario di Polla Il prossimo 25 di febbraio e fino al 25 maggio, 784 bambine e...

Inaugurazione del porticato della Casa della Salute di Rassina

La Casa della Salute di Rassina ha un nuovo porticato per accogliere i cittadini durante le attese ed evitare sovraffollamenti interni alla struttura. La...

Giornata della Memoria: due storie casentinesi

Un evento per NON DIMENTICARE: domenica 29 gennaio 2023 alle ore 16 a Poppi, in piazza Risorgimento, sarà celebrata la Giornata della Memoria con...