Suap, punto di riferimento per le attività produttive di tutta la vallata. Nel 2021 oltre 800 pratiche processate

Un servizio, quello garantito dallo Sportello Unico per le Attività Produttive dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino, sempre più centrale per la vallata. Il Suap infatti svolge le proprie funzioni oltre che per i comuni dell’Unione, anche per i comuni di Pratovecchio-Stia, Capolona e Subbiano che hanno da poco rinnovato la convenzione. Sono state 729 le pratiche processate tramite portale regionale nel 2021 e 85 quelle extra portale.

“Il servizio rappresenta un punto di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che riguardano l’esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi, e quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, nonché cessazione o riattivazione delle suddette attività e gestione dei procedimenti abilitativi inerenti gli interventi di edilizia produttiva – ha spiegato Roberto Pertichini assessore con delega nell’Unione – si tratta di un servizio che funziona e che processa moltissime pratiche per il territorio casentinese. Abbiamo recentemente rinnovato le convenzioni con Capolona e Subbiano e contiamo di continuare a lavorare con lo stesso impegno e gli stessi risultati anche nei prossimi anni”.

Le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni e le comunicazioni concernenti le attività produttive ed i relativi elaborati tecnici e allegati sono presentati esclusivamente in modalità telematica, tramite il Sistema Telematico Di Accettazione Regionale STAR. Il SUAP provvede all’inoltro telematico della documentazione alle altre amministrazioni che intervengono nel procedimento, adottando a loro volta modalità di ricevimento e di trasmissione.

Il SUAP è chiamato a svolgere anche funzioni previste ai fini della gestione associata quali:

– operare la semplificazione delle procedure amministrative;

– istituire un’unica struttura amministrativa alla quale demandare la responsabilità e le attività connesse all’intero procedimento;

– gestire il procedimento amministrativo unico;

– assicurare trasparenza delle procedure e apertura del procedimento alle osservazioni dei soggetti cointeressati o portatori di interessi diffusi;

– assicurare alle imprese l’assistenza amministrativa, tecnica ed informativa necessaria a favorire gli investimenti produttivi sul territorio dei Comuni convenzionati;

– promuovere e realizzare la concertazione, la cooperazione e l’interazione con i soggetti pubblici e privati che operano nel settore, allo scopo di fornire al “cliente impresa” una risposta completa a tutti i bis.