Talla, che festa per Giaccherini!

Il Sindaco Ducci: “Grazie a tutto il paese. Giak è il nostro ambasciatore nel mondo”

Oltre il momento di gloria, spente le luci dei riflettori, restano l’affetto e l’amicizia, quelli veri. Emanuele Giaccherini non dimentica la sua origine tallese, e Talla risponde con un cuore altrettanto sincero e un atto d’amore grande così verso il “suo” campione. “Proprio così”, commenta Eleonora Ducci, Sindaco di Talla e Vicepresidente della Provincia di Arezzo. “E’ stato un piacere e un orgoglio riabbracciare Emanuele, e per questo voglio ringraziare tutti i miei cittadini, perché in qualche modo ognuno si è dato da fare perché questa festa fosse ancora più bella: in particolare tutte le associazioni paesane, i Consiglieri Comunali che si sono spesi personalmente perché tutto andasse per il meglio, insomma come Sindaco mi sento orgogliosa perché la giornata di venerdì doveva essere una bella festa e lo è stata, in pieno e per tutti”.
Appena terminata la festa Emanuele Giaccherini è corso ad iniziare la sua nuova avventura calcistica nel Napoli, “E sarà bello per tutti i tallesi vederlo competere in campionato con una delle squadre più forti, e poi in Champions League, e ancora di nuovo con la maglia della Nazionale”. A proposito di maglia azzurra, all’evento di venerdì scorso a Talla Emanuele ha dato anche il suo personale contributo: è stata organizzata una lotteria – con ricavato devoluto in beneficenza, come quello della cena – con premi molto speciali. Al primo estratto (numero 84 giallo) è andata la maglia della nazionale italiana indossata da Giaccherini nella partita Italia – Belgio agli Europei. Al secondo estratto (numero 7 verde) le scarpe con cui ha segnato il suo fantastico gol ai belgi. Al terzo estratto (52 verde) i pantaloncini di quella stessa partita, che ha acceso i sogni di milioni di tifosi italiani in tutto il mondo. “Molto bella anche l’intervista pubblica di Francesco Caremani a Emanuele – conclude Eleonora Ducci – che ha aiutato chi non lo conosceva a scoprire l’uomo e il calciatore nella figura di Emanuele, che è oggi un vero ambasciatore del nome di Talla in tutto il mondo”.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa