Terremoto, la Croce Rossa di Bibbiena ringrazia tutti i casentinesi

Dopo i numerosi appelli diramati nei giorni scorsi per invitare la popolazione casentinese a partecipare alle attività programmate al fine di raccogliere fondi da inviare alle popolazioni del centro Italia colpite dal terribile terremoto del 24 agosto 2016, il comitato di Bibbiena della Croce Rossa Italiana desidera ringraziare pubblicamente i numerosi casentinesi che, nonostante il periodo non sia dei più semplici, hanno aderito e sostenuto con forza tutte le iniziative da loro promosse. Per ripagare la fiducia che la popolazione continua ad avere nei confronti dell’organizzazione e per correttezza e trasparenza, rendiamo disponibile a tutti il documento che dimostra la cifra raccolta e il bonifico effettuato (vedi immagine). Si ringrazia ancora una volta la popolazione per tutto ciò che è stato fatto, il comitato di Bibbiena rimane comunque a disposizione per chiunque voglia avere informazioni sul proseguo delle iniziative che verranno organizzate nei prossimi mesi per continuare a dare il nostro sostegno alle popolazioni del centro Italia, affinché possano al più presto tornare ad una vita normale.

CROCE ROSSA ITALIANA, COMITATO DI BIBBIENA, Via Giorgio La Pira, 7-9-11, BIBBIENA (AR); Telefono 0575 594104, Fax 0575 569844; E-mail cl.bibbiena@cri.it

CONDIVIDI
Articolo precedenteComitato Salute Casentinese, continua la lotta!
Prossimo articoloPremio Pieve 2016 ad Arezzo
Giulia Siemoni
Giulia Siemoni, nata a Bibbiena (Ar) nel 1983, è laureata in Scienze per i Beni culturali con biennio specialistico in Storia dell'Arte presso l'Università degli Studi di Siena e diplomata archivista presso la scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica dell'Archivio di Stato di Firenze; attualmente sta frequentando il corso di biblioteconomia presso la Scuola Vaticana di Biblioteconomia a Roma. Svolge attività di libera professionista, in questo momento è impegnata nel riordino dell'Archivio Storico e nella catalogazione della Biblioteca Antica del Sacro Eremo e Monastero di Camaldoli. Amante degli animali, è socia della sezione Enpa del Casentino e volontaria presso il canile intercomunale di San Piero in Frassino; è inoltre appassionata di trekking ed escursionismo e socia della s.s. Cai di Stia-Casentino. Dal 2015 è collaboratrice del Magazine CasentinoPiù, dove si occupa principalmente della rubrica della s.s. Cai Stia-Casentino.