Ultime ore per iscriversi alla conta dei “re” del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi

Bramiti e ululati, il più grande evento di gestione faunistica partecipata in Italia.
Confermata la partecipazione di Adriano Karipuna, simbolo della lotta alle minacce alla foresta amazzonica e alla vita degli indigeni.

Ultime ore, nel parco nazionale Foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna per iscriversi al più grande evento di gestione faunistica partecipata in Italia: il censimento del cervo nobile (Cervus elaphus) nella sua rilevazione “al bramito”. Si svolgerà nei giorni giovedì 22 e venerdì 23 settembre, con eventuale recupero il sabato 24.

Verrà seguito ogni giorno, alle 23, dalla pratica del wolf howling, per ascoltare e registrare dalle postazioni di ascolto le risposte dei branchi di lupo.  Sarà al centro del weekend quindi anche questa stima, al termine delle sessioni d’ascolto dei cervi in amore.

Il metodo al “bramito” si  basa sulla necessità, in aree ad alta densità forestale, e quindi con ampie superfici sottratte alla supervisione visiva, di determinare il numero di individui di una specie a partire dalle sue tracce acustiche. E’ un suono talmente intenso che fa vibrare la foresta. Il conteggio è reso possibile dall’ascolto, appunto, della vocalizzazione (bramito) dei cervi sessualmente maturi nell’apice del periodo riproduttivo.

I censitori saranno impegnati nell’arco dell’intero fine settimana in turni serali di ascolto, accompagnati da personale esperto del Parco nazionale e dei Carabinieri forestali. Il programma, come sempre, è integrato da eventi di approfondimento, culturali e socializzanti, così da costituire un’indimenticabile occasione per tutti i partecipanti.

Sabato 24, nella mattinata in Campigna/Fangacci, sul crinale tosco-romagnolo, si parlerà di lupo, anche con una rappresentazione teatrale di Livio Valenti, con una interessantissima storia su questo affascinante canide negli Stati Uniti. A seguire ci sarà un incontro con Adriano Karipuna, amico del Parco e simbolo della lotta alle minacce alla foresta amazzonica e alla vita degli indigeni. Giovedì sera parteciperà anche come censitore speciale.

Per portare avanti ricerche così imponenti i ricercatori hanno bisogno di una mole ingente di dati e informazioni, che comporterebbero costi insostenibili.  Le giornate del cervo e del lupo appenninico sono opportunità per far conoscere ai volontari luoghi di immensa bellezza, vivere esperienze di avventura ed amicizia, aumentare la sensibilizzazione verso i temi ambientali e condividere la passione per animali straordinari“. Luca Santini, presidente del Parco nazionale.

 Il portale web da cui iscriversi è http://cervo.parcoforestecasentinesi.it

Per maggiori informazioni l’indirizzo mail di riferimento è cervo@parcoforestecasentinesi.it

Ultimi Articoli

I Carabinieri di Bibbiena arrestano un pregiudicato per reati di furto in appartamento

Nel tardo pomeriggio di ieri, al termine di un prolungato servizio di osservazione avvenuto nel territorio di Castelfranco Piandiscò (AR), militari della Compagnia di...

Poppi, Simone Guadagnoli eletto Presidente del Consiglio, Daniele Ghelli capogruppo

Lorenzoni: “Persone affidabili e con grandi valori, ognuno nel suo ruolo faranno grandi cose per il bene della comunità”  Nella prima seduta del consiglio comunale...

Al via un nuovo percorso di Pronto Soccorso pediatrico all’Ospedale del Casentino

BIBBIENA - Un nuovo percorso di Pronto Soccorso pediatrico all’Ospedale del Casentino, è questa la soluzione che verrà adottata a partire da sabato 22...