Un pensiero al giorno: “La gocciola d’acqua”

Foto di suju-foto da Pixabay

La gocciola d’acqua

Ti sei infilata nella mia testa, cara gocciola d’acqua

e non ne hai voluto sapere di lasciarmi in pace,

non t’interessava affatto di lasciarmi dormire,

senza il tuo ticchettio.

Hai cominciato a scendere scandendo i secondi

come un orologio perfetto,

che non dimentica di rammentare il suo tempo.

Tic, Tic, Tic

Ti sei presa gioco di me per tutta la notte

senza avere pietà,

e giocando sul fatto che non avevo la forza di alzarmi

a poter cambiare la prospettiva della mia notte.

Eri piccola, trasparente, addirittura insignificante,

ma ti sei infilata nella mia testa

e mi hai tenuta tutta la notte con te.

Oggi, una leggera uggiolina alle tempie

mi rammenta che c’eri, e io… ti odio profondamente.

CONDIVIDI
Articolo precedente“Dante non è mai stato qui (forse)”: tre serate all’insegna del Sommo Poeta
Prossimo articoloUn pensiero al giorno: “Danno nell’orto”
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce a San Piero in Frassino nel dicembre del 1964. Oggi vive e lavora a Poppi, dove condivide un salone di parrucchieria col marito. Ha due figli che sono la sua vita e la scrittura è la sua più grande passione, infatti ha pubblicato due libri di novelle e tre romanzi. A primavera uscirà il suo sesto romanzo che sarà macchiato di giallo. Da anni collabora con la rivista casentinese CasentinoPiù.