Un pensiero al giorno: “Quando eri l’altra”

Foto di Sabine van Erp da Pixabay

Quando eri l’altra

A volte sei assente,

a volte ripeti le cose decine di volte,

come a volertele imprimere nella memoria,

ma la tua memoria, non ha più tempo.

Sento che ti stai allontanando

e che ti devo tenere per mano.

Faccio molta fatica, perché solo ieri, eri la mia forza,

eri la forza della famiglia,

oggi invece annaspi in una sorta di nebbia,

quella nebbia che non ti lascia più essere quella che eri.

Ricordo bene quando eri l’altra:

forte, coraggiosa, intrepida, facevi a spallate per i tuoi figli,

mentre ora appari fragile, sempre alla ricerca di qualcosa da afferrare.

Mai avrei pensato di doverti tenere la mano,

mai avrei pensato di restituirti il favore

e di farti un pochino da mamma,

perché non è naturale.

Ma lo farò, costi quel che costi, lo farò, mamma,

perché sei tu, perché sei bella, perché ti amo!

Un abbraccio Occhi birbi…