Un’avventura letteraria: Stella… e il Diritto di Splendere” illumina le classi della Primaria di Soci

Di Patrizia Dimiccoli


Nelle aule 2ª A e 2ª B della scuola primaria di Soci, i giovani lettori si sono immersi in un’avventura letteraria coinvolgente grazie al libro “Stella e… il Diritto di Splendere” dell’autrice Paola Curia. Questa esperienza ha non solo stimolato la fantasia dei bambini ma ha anche messo in luce le abilità comunicative dell’autrice.

Paola Curia ha mostrato di possedere un talento unico nel creare narrazioni coinvolgenti e significative, rivelando il potere che le parole hanno nel trasformare e arricchire le vite di grandi e piccini. Il libro  “Stella e… il Diritto di Splendere” ha toccato corde emotive profonde con i suoi temi di amicizia, diritti negati e la potente narrativa del riscatto. I bambini sono stati catturati dalla storia di Stella e dalle sue lotte per il riconoscimento dei diritti fondamentali. Questo racconto ha mostrato ai giovani lettori come sia importante difendere i propri valori e perseguire la giustizia. Durante questa esperienza, i partecipanti non solo hanno sviluppato una passione per la lettura, ma hanno anche migliorato le loro capacità di comunicazione e di riflessione critica. Discutendo dei personaggi e delle situazioni del libro, i bimbi hanno imparato a esprimere le proprie opinioni in modo chiaro e convincente. Il libro è stato un catalizzatore per lo sviluppo della consapevolezza sociale e della compassione nei confronti degli altri.

La caratteristica che ha particolarmente divertito i bambini, catturando il loro interesse, è stata l’integrazione dei disegni in bianco e nero tra le pagine del libro, che i bambini hanno personalizzato colorandoli. Questo ha reso ogni copia unica, permettendo a ciascun bambino di sentirsi un illustratore o un coloratore.

Questa avventura letteraria si è conclusa in maniera eccezionale grazie all’intervento in classe della stessa autrice Paola Curia, la quale ha proposto un laboratorio sui diritti che ha visto sviluppare la creatività dei piccoli lettori e, soprattutto, ha incoraggiato i bambini a mettersi in gioco diventando attivi nel formulare il loro pensiero sull’argomento in questione, permettendo così a ciascuno di loro di percepire il senso concreto della lettura, trasformandosi da lettori ad autori, seppur per un giorno.

Ultimi Articoli

Il borgo di Raggiolo ospita la prima Festa del Gioco

L’evento, rivolto ai bambini e alle loro famiglie, sarà tra le 14.00 e le 19.00 di domenica 26 maggio Il programma proporrà giochi di legno...

Prospettiva Casentino dona due borse di studio a 2 studenti casentinesi

  Donate anche quest’anno due borse di studio per esperienze all’estero a studenti dei due istituti superiori del Casentino Una delle azioni che Prospettiva Casentino sostiene...

Insieme… sportivamente: a Bibbiena un progetto di sport e inclusione

Si è svolto questa mattina presso la piscina di Bibbiena, il progetto Insieme…sportivamente, partito da una collaborazione tra province di Grosseto, Siena e UPI...