II^ Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica: specialisti anche in Piazza Tarlati a Bibbiena

20 ottobre 2019

II^ Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica
Le piazze della prevenzione arrivano in provincia
“Ecco come proteggere voi e la vostra casa”

“E’ significativo come episodi sismici di lieve entità generino nella popolazione un senso così importante di apprensione”.
La presidente dell’ordine degli ingegneri della provincia di Arezzo Beatrice Benelli, all’indomani  dei due eventi sismici avvertiti a Caprese Michelangelo (scossa magnitudo 2.7) e a Ripa di Olmo (scossa magnitudo 2.6), torna nuovamente a parlare dell’importanza di una corretta diffusione della cultura della prevenzione dal rischio sismico.

In occasione della seconda edizione della Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica, in calendario in tutta Italia per domenica 20 ottobre, ecco che i temi riguardanti la conoscenza dei pericoli legati ai terremoti diventano quanto mai argomento di stringente attualità.

“Gli eventi che si sono verificati nel nostro territorio – spiega la presidente Benelli – si sono distinti per la loro lieve entità. Nonostante questo le reazioni suscitate nella popolazione, il forte senso di apprensione e quello di scarsa sicurezza, raccontano una doppia verità. Da un lato ancora oggi manca una preparazione personale alla gestione di eventi come quelli di Caprese e Ripa di Olmo. In paesi ad alta sismicità ma preparati, come il Giappone, difficilmente anche terremoti di forte intensità scatenano reazioni di paura e panico. A questo senso personale di impotenza ed impreparazione si aggiunge la consapevolezza delle fragilità del nostro patrimonio edilizio costituito per il 70% da edifici storici o realizzati prima del ’74, quindi non progettati con criteri antisismici. E’ per questo che crediamo che sia quanto mai importante provvedere a censire e monitorare il nostro patrimonio architettonico, sia pubblico che privato. Soltanto eseguendo controlli possiamo individuare quali interventi realizzare, dove eseguirli e con quali risorse. Un messaggio semplice che rivolgiamo a tutti i cittadini che potranno richiedere un sopralluogo gratuito presso le proprie abitazioni per una iniziale verifica delle condizioni di sicurezza in occasione di questa iniziativa.”.

Domenica 20 ottobre l’ordine degli ingegneri di Arezzo accoglierà la popolazione per le variabili che possono incidere sulla sicurezza di un edificio e le agevolazioni finanziarie oggi a disposizione animando i centri storici di Arezzo (in collaborazione con l’Ordine degli Architetti), Cortona, Caprese Michelangelo, Bibbiena e San Giovanni Valdarno.

L’edizione 2018 ha avuto una grande partecipazione tanto che, nella sola provincia di Arezzo, sono stati richiesti 300 sopralluoghi eseguiti da una squadra di 70 tecnici con grande impegno e dedizione

“Fare prevenzione significa proteggere la vita, le abitazioni, la possibilità di vivere nella propria casa, la nostra cultura, la nostra storia e salvare l’economia della comunità. Quella delle Piazze della prevenzione è un’iniziativa dal grande significato sociale – conclude la presidente Benelli – La sicurezza passa attraverso la conoscenza e la conoscenza deve essere la vostra”.

Cittadini ed amministratori di condominio potranno richiedere una visita attraverso il sito https://www.giornataprevenzionesismica.it dal 20 al 31 ottobre o presso i punti informativi allestiti il 20 ottobre. Nel mese di novembre ingegneri ed architetti svolgeranno delle visite gratuite presso le abitazioni per una prima valutazione della sicurezza dell’immobile.

Le segreteria dell’Ordine degli Ingegneri e degli architetti saranno a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Le Piazze della Prevenzione si svolgeranno dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 18.30 a: Arezzo piazza San Jacopo, Cortona piazza della Repubblica, Caprese Michelangelo, Bibbiena Piazza Tarlati e San Giovanni Valdarno piazza Cavour.

Comunicato stampa